BIM . nuove professioni e nuove occasioni di lavoro.

Il BIM andrà lentamente a sostituire le modalità di progettazione CAD.
Ricordo che C.A.D. è un acronimo inglese usato per indicare il disegno tecnico e la progettazione assistita dall'elaboratore tramite tecnologie software.
B.I.M. anch'esso acronimo inglese, si traduce in Modello di Informazioni di un Edificio, comprese le infrastrutture. La novità nel processo di progettazione, oltre a quella meramente 3D è la "I" di informazioni.

Il BIM si basa su un modello tridimensionale i cui oggetti, muri, porte, solai, ecc. sono parametrici e in un certo senso, “intelligenti”. Tale sistema permette di ricavare informazioni dagli elementi inseriti e dalle diverse parti dell’opera. Inoltre, più discipline possono essere integrate nello stesso modello e gestite in sincronia, in modo da risolvere eventuali conflitti. Ormai visto come il futuro della progettazione integrata, è stato introdotto anche nel nuovo Codice degli Appalti Pubblici.

E' innegabile che la progettazione tramite processi BIM sarà la risposta più efficace per acquisire un vantaggio competitivo, nonchè il nuovo standard di progettazione del futuro, che vedrà il CAD bidimensionale come sostegno e non come strumento principale. 
L’aspetto tecnologico è determinante in questa metodologia, sono quindi necessarie, oltre alla consuete abilità di progettazione, specifiche abilità di utilizzo di specifici software. 

Questa nuova rivoluzione, molto più profonda di quanto avvenuto alla fine degli anni '80, per il passaggio dal tecnigrafo al CAD, crea di fatto nuove figure professionali, che dovranno rispondere alle molteplici esigenze del nuovo modo di progettare attraverso il BIM.
Ma quali sono le nuove professioni? Eccone alcune:
  • BIM ModelerModellatore delle informazioni: si occupa della creazione e dello sviluppo del modello 3D e successiva estrazione della documentazione 2D e dei dati di computo. Svolge anche l’analisi tecnica (analisi Strutturale, Impiantistica, Sostenibilità ambientale).
  • BIM CoordinatorCoordinatore delle informazioni: svolge il ruolo di coordinamento dei BIM specialist coinvolti nel progetto per garantire l’applicazione degli standard e dei processi. Inoltre sviluppa e aggiorna i contenuti BIM (librerie e standard).
  • BIM ManagerGestore delle informazioni: colui che ha la responsabilità della gestione e dell’aggiornamento del modello BIM per tutte le discipline coordinando le attività delle figure precedenti. Deve garantire la collaborazione e il coordinamento del progetto gestendo i ruoli e le fasi previste. Tra le attività del BIM Manager riveste un ruolo fondamentale l’individuazione delle interferenze riassegnando all’interno del team di progetto la loro correzione.
Per le prime due figure professionali sono previste due specializzazioni: building e infrastructure.

La preparazione per queste nuove professioni è alta; non ci si inventa BIM "qualchecosa", la tecnologia BIM non lo permette affatto. Occorre invece assimilare competenze tecniche e di processo, non facilmente acquisibili tramite percorsi autodidattici ma quasi esclusivamente attraverso specifiche attività di formazione.
Formazione che già molti studi ed aziende hanno iniziato a fare, raccogliendo i primi successi nel mercato della progettazione e delle costruzioni, soprattutto con collaborazioni verso l'estero, dove il sistema BIM, rappresentato in maggioranza da software quali AUTODESK® Revit, è maggiormente utilizzato rispetto al nostro paese.
Per gli operatori del settore o per quanti desiderassero affermarsi in questo nuovo mercato è fondamentale cogliere questa nuova opportunità offerta da un mercato che sta velocemente cambiando pelle.

Nessun commento:

Posta un commento

Ciao, ti ringrazio anticipatamente per il tuo commento.