I professionisti vogliono il BIM di REVIT. Lo dice anche il nuovo sondaggio di EDILPORTALE.

La competizione è forte e il mercato della progettazione esige nuove competenze e professionalità, e in questo il BIM può essere d'aiuto. Ma quale strada intraprendere e su quale piattaforma basare la propria formazione? Al quesito risponde il sondaggio pubblicato su Edilportale, che fotografa la situazione dei professionisti e degli strumenti a disposizione in italia. QUI in versione integrale.

Il sondaggio raccoglie le risposte dei professionisti iscritti al portale tra i quali: architetti (37%), ingegneri (28%) e geometri (17%), oltre ad altre categorie che hanno preso in  esame i software di BIM presenti sul mercato decretando  #BIM #REVIT come il più utilizzato e diffuso, sia tra i professionisti che già utilizzano già il metodo BIM (63%) e soprattutto tra quelli che stanno studiando e approcciando il nuovo metodo. Stesso risultato tra i professionisti che non si sono ancora approcciati al BIM, di cui il 47% ha risposto che vorrebbe imparare ad utilizzare #BIM #REVIT.

Il quadro è abbastanza chiaro. Sia per i professionisti che già operano in BIM, sia per quelli che stanno studiando o pensano di farlo in futuro, è il software REVIT a rappresentare la scelta ottimale per transizione. Il passaggio al nuovo metodo ha generato nuove opportunità lavorative con vantaggi per l’85% dei professionisti soprattutto per la possibilità di consegnare ai clienti elaborati tecnici prossimi alla realtà con una migliore gestione delle modifiche richieste.

La nota dolente è che, tra i professionisti che stanno studiando ma non hanno ancora completato il passaggio alla metodologia BIM, il 40% afferma che è la mancanza di tempo da dedicare alla formazione, la ragione di tale scelta e che la preferenza è molto alta per i corsi on line.


La vostra formazione è la strada di accesso alla progettazione parametrica ed informativa BIM, scegliere la via del risparmio è un ottimo modo per sprecare tempo e soldi, vanificando ogni sforzo. L'approccio al #BIM va seguito da un professionista del BIM ma soprattutto della formazione. La curva di apprendimento esige un solido imprinting iniziale. Un corso d'aula, certamente implica un impegno economico e di tempi maggiore, ma ha molteplici e innegabili vantaggi. Il più immediato ed evidente è il continuo e diretto confronto con un Istruttore che se qualificato che vi seguirà e vi condurrà attraverso concetti e procedure (e non solo comandi) inizialmente un po' ostici e vi farà comprendere le meccaniche ed i ragionamenti che stanno alla base dello strumento - software. Un Istruttore empatico, preparato e generoso, che deve fornire risposte a domande non formulate, individuare chi segue e chi no osservando la mimica, conoscere fattori come memoria e attenzione, stimolare il confronto, le relazioni e proporre verifiche, motivare e conoscere i tempi d'aula. Nulla di tutto ciò è possibile stando dietro a una telecamera.


Portali come www.corsibim.com si occupano di formazione #BIM e formazione #REVIT per il Friuli venezia Giulia, in cui abbiamo la sede, ma non solo, operiamo in tutto il territorio italiano. I nostri docenti sono certificati e sono professionisti della formazione con migliaia di ore alle spalle. Seguite il link per cercare il corso più adatto a voi, o fate richiesta a info@corsibim.com per un corso personalizzato da seguire presso la vostra sede.


#corsi #bim #revit #udine #corsibim #corsibimrevit #corsibimrevitudine #corsibim.com #dellaschiava

Nessun commento:

Posta un commento

Ciao, ti ringrazio anticipatamente per il tuo commento.